Per info o per prenotare un colloquio:  3480365381

Ricevo a Milano, in via Brioschi 45. Disponibile anche Online su Skype.

Consulenza sul sonno del neonato e del bambino

Una consulenza attenta alla fisiologia del sonno, alle emozioni e alle relazioni.

 

Vi sentite in crisi con il sonno di vostro figlio?

La notte è diventata un incubo e vi sentite sempre più stanchi e spazientiti?

Siete preoccupati perché vi sembra non risposare abbastanza e che sia poi spesso irritabile?

Avete bisogno di conciliare meglio i tempi del vostro bambino e le esigenze famigliari?

Contattatemi per una consulenza:

Chiara Brentan:  cell. 3480365381

Mail:  psicologabioenergetica.mi@gmail.com

Ricevo a Milano:

Migliorare il sonno del bambino e della sua famiglia è uno dei bisogni più frequenti e più emotivamente sentiti quando si hanno figli piccoli. Ecco alcuni dei disturbi più frequenti:

  • Risvegli notturni frequenti e/o prolungati, cioè in cui il bambino impiega molto tempo a riaddormentarsi .
  • Il bambino impiega molto tempo ad addormentarsi.
  • Incubi o Terrore Notturno o Pavor (più frequenti dopo il primo anno di vita)

Fino ai 3 o 4 anni è normale che ci siano dei risvegli notturni  e nei primi mesi, sono funzionali alla nutrizione; tuttavia quando questi sono molto frequenti o prolungati,  possono essere molto faticosi da gestire e disturbare la serenità sia famigliare che di nostro figlio. 

La notte è un momento delicato in cui spesso emergono le tensioni della giornata e i disturbi del sonno possono anche essere un modo in cui si esprimono i vissuti emotivi del bambino e della famiglia.

 

Nella consulenza potrete:

  • Conoscere come funziona il sonno dei neonati e dei bambini e quali accorgimenti possono favorirlo.
  • Trovare il giusto sostegno per conoscere meglio il vostro bambino, ritrovare le vostre risorse e trovare il vostro modo per dormire al meglio. Ogni bambino è diverso, non esiste una norma o un metodo buono per tutti. Esistono molte possibili strategie, ed è importante non sceglierle solo "di testa", ma "sentire" quali sono buone per noi e per nostro figlio, in questo momento.
  • Sciogliere le emozioni di  frustrazione,  rabbia o  tristezza che insieme alla stanchezza si sono accumulate e che possono contribuire a far sentire i genitori esausti, insicuri o meno sereni con il bambino.
  • Potenziare il contatto positivo e amorevole col bambino.
  • Sostenerlo nella sua crescita imparando sempre meglio sia ad accoglierne i bisogni che a sostenerlo nella sua autonomia.
  • Migliorare il clima di coppia o famigliare.

Come avviene la consulenza

  • Mi rivolgo in particolare ai bambini dai 3 ai 18 mesi di età.
  • Primo colloquio: indagine approfondita per comprendere meglio insieme il problema di sonno del bambino, a cosa connesso, quali possibili strategie possono aiutarlo.
    Possono venire insieme entrambi i genitori e il bambino.
  • Secondo colloquio: eventuale approfondimento, prima restituzione e indicazioni su come possiamo proseguire e con quali obiettivi. 
  • I tempi della consulenza sono difficilmente conoscibili a priori: in alcuni casi sono sufficienti pochi colloqui per trovare una nuova strategia e osservare un cambiamento, altre volte il percorso ha bisogno di maturare in modo un po' più lento e profondo per osservare un evoluzione che porti all'obiettivo desiderato.
  • Nella consulenza possiamo lavorare anche attraverso esperienze corporee bioenergetiche che promuovono il legame positivo col nostro bambino e col nostro partner, a gestire meglio  le nostre emozioni e a trovare nuovi modi per rilassare noi stessi e aiutare anche il rilassamento del bambino.

Sono membro di Siab- Aneeb: Analisi Bioenergetica Area Nascita ed Età Evolutiva della Società Italiana di Analisi Bioenergetica.

Puoi seguirmi anche su Facebook: